Ha raggiunto una grande popolarità online un collage di due fotografie postate l’anno passato da alcune pagine in inglese sui social, che mostrano una strada del piccolo paesino di Oberdorla, nella Germania centrale, mentre viene conquistata dai soldati della 6ª Divisione corazzata del Generale Patton, nella più ampia operazione di Invasione Alleata della Germania.

Sotto, gli uomini della compagnia B, 44esimo battaglione di fanteria della 6ª Divisione corazzata, attraversa la strada. A terra il corpo di Robert Vardy Wynne (un ragazzo di 19 anni del Texas) appena ucciso da un cecchino. La fotografia fu scattata il 4 Aprile del 1945 a Oberdorla, in Germania. (La colorazione è opera di Sanna Dullaway)

Sotto, la fotografia di Oberdorla come appare oggi, pubblicata su Reddit dall’utente Mugros nel Gennaio 2014:

Sotto, la fotografia in bianco e nero originale:

Mentre sotto il collage con i Soldati statunitensi inseriti nella fotografia moderna:

La 6ª Divisione corazzata divenne famosa come “Super Sixth”, e prese parte alla Seconda Guerra Mondiale a partire dall’invasione della Normandia, nel ’44, impegnandosi senza riserve durante la liberazione della Francia. Nel 1945, dopo una serie di vittorie conseguite contro i tedeschi terra Francese, fra cui è da notare il provvido impiego durante l’offensiva nazista delle Ardenne, la 6ª Divisione corazzata fu impegnata nella conquista alleata della Germania, giungendo infine al fiume Mulde, dove concluse l’impegno nella Seconda Guerra Mondiale.

Sotto, alcune scene mostrano l’avanzata delle truppe a Oberdorla:

Vista la leggendaria fama della 6ª Divisione corazzata, gli statunitensi la impiegarono anche durante la Guerra di Corea, fra il 1950 e il 1953, e venne definitivamente disattivata nel 1956.

Alcuni soldati della Sesta divisione corazzata entrano a Oberdorla:

Condividi
Matteo Rubboli

Matteo Rubboli è un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine.
Non porta la cravatta o capi firmati, e tiene i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa sua, lo hanno disegnato così…