Situata sulle rive del fiume Garonna vicino ad Arcins, nei pressi di Bordeaux, in Francia, il design di questa cabina di osservazione per gli uccelli, nome in codice “Les Guetteurs”, ha tratto ispirazione dalle civette che popolano ed animano le notti del fiume. La cabina è stata progettata da Zebra3/Buy-Sellf nel contesto della “Noise Initiative” dedicata alla zona, e fa parte di un filone di costruzioni “Rifugi di periferia” che saranno costruiti e progettati dal team. Proteso fuori della struttura si trova un piccolo pontile che arriva a lambire la acque del fiume.

La costruzione in legno dall’esterno è molto bella ed estremamente curata, con una forma unica che non può che catturare l’attenzione del visitatore. L’interno invece è molto geometrico, funzionale al “birdwatching” notturno delle civette e degli altri uccelli che abitano le rive del fiume.

Gli occhi delle due civette sono delle finestre dal quale osservare la vita circostante in modo non intrusivo, mentre la “pancia” ha la funzione di ingresso. Gli arredi sono stati scelti in modo da esaltare la costruzione e la qualità della falegnameria con cui è stata assemblato l’edificio.

I grandi cuscini dove sdraiarsi sono circolari ed invitano il visitatore ad una osservazione rilassata dell’ambiente circostante. Zebra Buy-Sellf sta costruendo altri rifugi e micro-ambienti simili per connettere le persone con la natura nel modo più ecologico possibile, grazie alla realizzazione artigianale in legno delle proprie piccole opere d’arte. Per maggiori informazioni, questo il sito ufficiale.

Sotto, il rifugio di notte:

Condividi
Matteo Rubboli
Matteo Rubboli è un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porta la cravatta o capi firmati, e tiene i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa sua, lo hanno disegnato così...