Il Cosmic Muffin è un’imbarcazione assai singolare perché derivata da un Boeing 307 Stratoliner, un innovativo aeroplano basato sul bombardiere B-17. Dell’aeroplano civile ne furono prodotti soltanto 10, tutti sul finire degli anni ’30. Il 307 fu il primo aereo commerciale ad avere la cabina pressurizzata, un vantaggio enorme che consentiva di viaggiare sopra le turbolenze ad altezze per allora “proibitive”.

boeing-307-imbracazione-01

Nel momento in cui gli Stati Uniti entrarono in guerra, nel 1941, aeroplani in grado di attraversare l’Oceano Atlantico erano una rarità. Il governo necessitava di mezzi e così cinque Boeing 307 della Twa vennero trasformati in militari. Furono aggiunti serbatoi e strumentazione, e ovviamente vennero interamente ricolorati.

boeing-307-imbracazione-09

I Boeing 307 TWA seguirono la rotta fra New York e Los Angeles per 18 mesi sino a quando l’esercito non li acquistò per la guerra. Nel Gennaio del ’42 divennero militari e furono operativi sino al Luglio del ’44. I Boeing 307S, ribattezzati C-75S, furono gli unici aeroplani in grado di attraversare l’Atlantico sino all’arrivo del Douglas C-54 Skymaster nel novembre del ’42.

boeing-307-imbracazione-10

Nel 1938 la cabina pressurizzata era considerata un lusso. Questo particolare catturò l’attenzione del ricco pioniere dell’aviazione Howard Hughes, che comprò un 307 riconvertendolo in una “Flyng Penthouse”, “Attico Volante”. L’aeroplano venne poi venduto al petroliere Glenn McCarthy, nel 1949.

boeing-307-imbracazione-08

Più tardi, l’aereo ha cambiò proprietario e, dopo che è rimase danneggiato da un uragano nel 1964, il 307 fu messo a terra e non fu più pilotabile. Ken London, un pilota privato, acquistò l’aeroplano all’asta per soli 62 dollari. Egli lo portò a Lauderdale dove decise di convertirlo in imbarcazione, trasformandolo in uno Yacht. Il lavoro fu completato nel 1974. Il restauro è stato tanto profondo che anche i comandi dell’aeroplano furono adattati per guidare la carlina in acqua. L’attuale proprietario del “Cosmic Muffin” è Dave Drimmer, che espone gratuitamente la barca al pubblico.

boeing-307-imbracazione-07boeing-307-imbracazione-05boeing-307-imbracazione-04boeing-307-imbracazione-03boeing-307-imbracazione-02

Condividi
Matteo Rubboli
Appassionato di tecnologia, in particolar modo di fotografia e arti digitali, è blogger su Vanilla Magazine.