Nel mese di febbraio 1954 l’attrice Marilyn Monroe raggiunse la Corea per intrattenere le truppe americane nelle fasi subito seguenti l’omonima Guerra, combattuta fra il 1950 e il 1953. Durante i 4 giorni di show, intitolato “Anything Goes“, la celebre star Hollywoodiana si esibì complessivamente di fronte a 100.000 persone. La Monroe, notoriamente afflitta da problemi sentimentali e anche psicologici, osservò come “il viaggio in Corea è stata la cosa migliore che mi sia mai capitata. Non mi ero mai sentita una stella prima, ed è stato meraviglioso guardare in basso e vedere i compagni che mi sorridevano“.

La Monroe volò a sostenere le truppe in Corea durante la sua Luna di Miele con Joe di Maggio, che prevedeva inizialmente solo la tappa in Giappone. Il grande giocatore di Baseball si rifiutò di seguire la moglie in Corea, scatenando la scintilla di una tensione che si protrasse sino al divorzio, che avvenne proprio nel 1954. L’attrice ricordò in seguito come l’esibizione in Corea l’aiutò moltissimo a combattere la propria paura di esibirsi di fronte a folle oceaniche, situazione che si ripeté più volte sino al momento della sua morte, avvenuta nel 1962.

La Monroe arriva in Corea:

marilyn-monroe-corea-01Una foto a colori in uniforme:

marilyn-monroe-corea-04

marilyn-monroe-corea-09La capanna di benvenuto:

marilyn-monroe-corea-12marilyn-monroe-corea-07marilyn-monroe-corea-08

Durante il cambio d’abito:

marilyn-monroe-corea-10marilyn-monroe-corea-11

marilyn-monroe-corea-06

marilyn-monroe-corea-03

marilyn-monroe-corea-02

marilyn-monroe-corea-05marilyn-monroe-corea-13marilyn-monroe-corea-14

Condividi
Matteo Rubboli
Matteo Rubboli è un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porta la cravatta o capi firmati, e tiene i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa sua, lo hanno disegnato così...