La Aeromobil è un prototipo  di automobile volante della quale si è già parlato nel 2014, e la società che la sviluppa, di origine Slovacca, ha finalmente comunicato che, a partire da fine 2017, sarà possibile pre-ordinare l’auto, che dovrebbe esser consegnata entro il 2018. Nonostante tutti questi condizionali siano d’obbligo, una realtà è che la versione definitiva dell’auto, o semi definitiva, verrà presentata al Top Marques di Monaco, il 20 Aprile.

L’azienda ha specificato in una nota che l’auto sarà completamente funzionale, sia come automobile sia come aeroplano. La vettura sarà attrezzata con un propulsore ibrido, in modo da massimizzare il rapporto peso/potenza e consentire un ridotto impatto dei consumi.

Secondo l’azienda l’auto è stata costruita nel “rispetto del quadro normativo sia per le vetture su ruote sia per gli aeroplani”, il che significa probabilmente che chi vorrà acquistare l’Aeromobil dovrà possedere sia la patente sia il brevetto di volo. L’azienda ha recentemente fruito di un’iniezione di liquidità per 3 milioni di euro, il che potrebbe aver accelerato di molto i tempi dello sviluppo del mezzo. Juraj Vaculík, fondatore dell’azienda, commenta a questo proposito che “il nuovo investimento ha permesso alla società di sviluppare un modello reale, che sarà similissimo alla versione finale dell’auto“.

La vettura, nella versione dei nuovi rendering, dovrebbe esser similissima quindi a quella commercializzata a fine anno. Rimangono da dirimere numerosi nodi riguardo la sua utilizzabilità e gli scali ad essa dedicati, ma è probabile che l’auto dovrà utilizzare gli aeroporti per atterraggio e decollo, mentre potrà liberamente circolare in strada ad ali chiuse.

Condividi
Matteo Rubboli
Matteo Rubboli è un editore specializzato nella diffusione della cultura in formato digitale, fondatore di Vanilla Magazine. Non porta la cravatta o capi firmati, e tiene i capelli corti per non doverli pettinare. Non è colpa sua, lo hanno disegnato così...